News
06 dicembre 2017
La possibilità che chiunque possa consultare l’elenco nazionale dei domicili digitali comporta elevati rischi per la riservatezza degli interessati, dovendo l’accesso essere più correttamente circoscritto a quei soggetti pubblici chiamati all’applicazione del CAD ed esclusivamente per i fini istituzionali loro affidati.
04 dicembre 2017
Le società che intendono utilizzare i dati personali di ipotetici clienti a scopo di marketing devono rispettare i principi di correttezza e finalità del trattamento di cui all’art. 11, comma 1, lett. a) e b) del Codice Privacy nonché ottenere un consenso preventivo, informato, libero e documentato nel rispetto degli artt. 13, commi 1 e 4, 23, 130, commi 1 e 2 del Codice.
01 dicembre 2017
Per la delicatezza dei dati trattati nell’ambito del SIC (Sistema di Informazioni Creditizie), tale da richiedere particolari cautele in vista di non pregiudicare il diritto alla privacy degli interessati, il Garante ha inteso chiarire il senso di alcuni istituti presenti nel Codice di deontologia e buona condotta di settore.
Formazione

Per conoscere veramente la privacy iscrivetevi ai nostri corsi!

Newsletter

Per essere sempre aggiornati in materia di privacy iscrivetevi alla nostra newsletter!

Dettaglio news
lunedì 20 marzo 2017

Attività ispettiva: piano 2017 e bilancio 2016

Il Garante per la protezione dei dati personali ha reso noto, attraverso apposito provvedimento, il piano ispettivo che adotterà nel primo semestre del 2017. Nello svolgimento di tale attività, l’Autorità sarà coadiuvata dal Nucleo Speciale Privacy della Guardia di Finanza.
Gli interventi dell’Autorità riguarderanno tre settori: spid, call center, sistema statistico nazionale. L’attività si concentrerà, in particolare, sui trattamenti di dati effettuati per il rilascio dell’identità digitale ai cittadini italiani, sui trattamenti effettuati da società per attività di telemarketing (con particolare riferimento a quelle situate in Albania), sui trattamenti effettuati dall'ISTAT, per una verifica preliminare sul SIM (Sistema Integrato di Microdati); su trattamenti di dati personali effettuati da società per attività di telemarketing e sui trattamenti effettuati nell'ambito dell'attività di recupero crediti. Il Garante, inoltre, si concentrerà sui controlli relativi ai trattamenti effettuati da un Consolato italiano all'estero tra quelli che rilasciano il maggior numero di visti e si avvalgono di soggetti esterni per la conduzione di tale attività. Il controllo sarà effettuato in collaborazione con il Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale.
Le ispezioni verranno effettuate anche sulla base di segnalazioni, ricorsi e reclami e riguarderanno, altresì, la verifica di obblighi prescritti dal D. Lgs. 196/2003 (Codice Privacy), quali l’obbligo di notificazione, le informative ex art. 13, il consenso e l’adozione delle misure di sicurezza idonee a proteggere i dati sensibili trattati sia da soggetti pubblici che da soggetti privati.
L’Autorità ha reso noto che nel 2016 sono stati avviati 2.339 procedimenti sanzionatori, il 38% in più rispetto al 2015. Le sanzioni riscosse sono state pari a 3 milioni e 300 mila euro, mentre 53 sono state le segnalazioni all’autorità giudiziaria. Tra queste ultime, un numero notevole è derivato dalla mancata adozione delle misure di sicurezza.
Tra le criticità emerse, si segnalano le insufficienti informazioni fornite agli utenti in relazione all’utilizzo dei dati personali, eccessivi tempi di conservazione del traffico telefonico e telematico. Numerosi, altresì, i procedimenti sanzionatori per omessa notificazione al Garante con riferimento a trattamenti di particolare delicatezza e le sanzioni per non aver risposto alle richieste di informazione e documentazione dell’Autorità.
Le ispezioni hanno riguardato sia soggetti pubblici che privati: con riferimento al settore privato, in particolare, l’attività di verifica ha interessato i trattamenti di dati effettuati da società che si occupano di car sharing, web marketing, marketing telefonico, società che effettuano ricerca genetica, agenzie di lavoro interinale, società di assistenza tecnica  e recupero dati per pc e telefonia mobile, giochi online, finanziarie.
Con riguardo al settore pubblico, invece, l'attività ispettiva ha interessato per lo più i Caf e le grandi banche dati pubbliche, il sistema della fiscalità, con speciale riguardo alle misure di sicurezza e al sistema degli audit.